La psicologia analitica di Gustav Jung

Visualizzazioni: 347
0,00 €

Il primo contributo teorico importante dello psicologo svizzero alla scienza psichiatrica è il concetto di complesso che desume dai test di associazione verbale, Jung propone ai suoi pazienti di rispondere a parole e stimolo con altre parole, le prime che vengono in mente; misura i tempi di reazione delle risposte che se superano in modo significativo i tempi medi segnalano problemi emotivi dovuti alla presenza di complessi. Per Jung i complessi sono un insieme di rappresentazioni pensieri e ricordi legati assieme da una forte carica affettiva; la loro natura è in parte conscia e in parte inconscia.

3 PAGINE TOTALI