Klimt: Uno dei massimi esponenti dell'Art Nouveau

In: Arte On: Pubblicato da: Oana Hit: 216

Gustav Klimt è stato un pittore austriaco, uno dei massimi esponenti dell'Art Nouveau,con altri come Egon Schiele e Oskar Kokoschka,nasce a Vienna il 14 luglio del 1862.Egli da una svolta alla cultura austriaca che i giovani intellettuali adottano, è la dimensione dionisiaca assorbita attraverso il pensiero di Nietzsche che nella sua opera "La nascita della tragedia dallo spirito della musica" Klimt differenzia due fonti di creatività umana nello spirito razionale e irrazionale,posti rispettivamente sotto il segno di Apollo e di Dioniso.

In seguito anche alle scoperte psicoanalitiche di Sigmund Freud riguardo alle pulsioni erotiche dentro ogni uomo vi è anche un'inedita rivalutazione positiva dell'eros femminile e della figura femminile come incarnazione dell'eros. A tale proposito fra i vari periodi che porteranno alla maturazione dello stile artistico di Klimt vi è quello d'oro. Le composizioni in questa fase artistica rappresentano soprattutto figure femminili,ma questo già dal 1896,quando Klimt decide di presentarsi come il pittore "dell'universo femminile",guadagnandosi così anche la fama di "pittore dell'Eros". Crea opere come "Le tre età della donna", " Giuditta I" e "Giuditta II",ma l'opera sicuramente più famosa e che meglio incarna lo spirito erotico di questo periodo è "Il Bacio" del 1907. In quest'opera la donna è rappresentata in ginocchio ai piedi dell'uomo, e per far ciò l'artista ha dovuto lasciare la parte inferiore di quest'ultimo nel vago,appoggiando semplicemente il suo mantello sul tappeto fiorito che fa da basamento. L'uomo esprime così la propria forza reggendo la giovane tra le sue braccia; il suo volto scompare lasciando spazio al viso della donna, la vera protagonista, che si mostra in tutto il suo splendore, perchè per Klimt l'estasi erotica non può che essere declinata al femminile. La ricchezza della decorazione la si può notare soprattutto sui mantelli che avvolgono ognuno dei due amanti. Gli elementi maschili, ovvero i rettangoli scuri, e quelli femminili, ovvero i cerchi colorati, simboleggiano i corpi dell'uomo e della donna che si fondono in una sola e unica figura. L'armonia fra i due amanti è riassunta appunto nella "campana" formata dai due mantelli che racchiude saldamente i loro corpi, ma anche i due princìpi generatori della vita. La loro unione da carnale si fa spirituale per l'uso intenso dell'oro che significa trasfigurazione in una purezza ideale. Klimt insiste dunque non solo sull'aspetto erotico e intensamente emozionale della vita degli amanti che si abbandonano all'estasi dell'amore, ma evidenzia anche la forza vitale che si genera dalla loro unione.

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo April Può Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre