Blog Menu

Ultimi post

Lorem ipsum il testo segnaposto per eccellenza

89 Visualizzazioni 0 È piaciuto

Ti è mai capitato, navigando nel web, di imbatterti in questo testo all’interno di pagine in costruzione o modelli grafici?

Il Lorem ipsum è un testo segnaposto privo di un senso specifico, puramente riempitivo utilizzato da grafici, designer, programmatori e tipografi per la realizzazione di prove grafiche e bozzetti. Nonostante il suo non senso, resta un testo a prima vista come tanti altri per la scansione delle parole e la punteggiatura strutturata in paragrafi. Utile per il riempimento di spazi grafici, sostituisce il testo di destinazione (in quei casi non ancora disponibile); una soluzione utile che non prevede distrazioni visive e al contempo, l’impaginazione grafica.

Di certo, può essere definito il testo segnaposto per eccellenza. Lorem ipsium si compone di una serie di parole in latino senza senso compiuto. Lorem in verità, non è una parola latina ma la derivazione di “dolorem”, accusativo singolare di “dolor”. Tra le diverse versioni accessibili, la più comune:

« Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisci elit, sed do eiusmod tempor incidunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrum exercitationem ullamco laboriosam, nisi ut aliquid ex ea commodi consequatur. Duis aute irure reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint obcaecat cupiditat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum. »

Un testo non traducibile e utilizzato pare, nel Cinquecento. Nel XX secolo si vide in una pubblicità promossa dalla Letraset per i fogli di caratteri trasferibili, o in seguito dall’azienda di software Aldus Corporation per i modelli predefiniti del PagaMaker.

Richard McClintock, docente di latino del Hampden-Sydney College, ne ha ricostruito l’origine partendo dallo studio di consectetur, un termine presente nel testo ma raramente tracciabile negli scritti latini, costruendo un collegamento con un dialogo di Cicerone, il De finibus bonorum et malorum (“Il sommo bene e il sommo male”) e che conterrebbe le parole del Lorem ipsum:

« Nemo enim ipsam voluptatem, quia voluptas sit, aspernatur aut odit aut fugit, sed quia consequuntur magni dolores eos, qui ratione voluptatem sequi nesciunt, neque porro quisquam est, qui dolorem ipsum, quia dolor sit, amet, consectetur, adipisci velit, sed quia non numquam eius modi tempora incidunt, ut labore et dolore magnam aliquam quaerat voluptatem. Ut enim ad minima veniam, quis nostrumexercitationem ullam corporis suscipit laboriosam, nisi ut aliquid ex ea commodi consequatur? Quis autem vel eum iure reprehenderit, qui in ea voluptate velit esse, quam nihil molestiae consequatur, vel illum, qui dolorem eum fugiat, quo voluptas nulla pariatur? At vero eos et accusamus et iusto odio dignissimos ducimus, qui blanditiis praesentium voluptatum deleniti atque corrupti, quos dolores et quas molestias excepturi sint, obcaecaticupiditate non provident, similique sunt in culpa, qui officia deserunt mollitia animi, id est laborum et dolorum fuga. »

Esistono in rete numerosi testi segnaposto decisamente alternativi e divertenti! Un caso da citare è l’Hipster ipsum con all’interno parole del gergo hipster, o ancora i Veggie ipsum dedicati esclusivamente alle verdure, e ancora i Gomorra ipsum con presenti frasi in napoletano tratte dalla serie televisiva Gomorra:

« Tutte quante tenimmo ’na ferita, n’umilazione, ’nu muorto ’a chiagnere... ma ’a mano ca c’ha fatte male è sempe ’a stessa: ’e Savastano! Ce sta chi ha perso ’nu frate, coccheduno ’o patre... pe’ colpa ’e Gennaro e de’ guaglioni suoje. »

E per ultimo il testo segnaposto composto da lettere dell’alfabeto: i pangrammi. Dal greco “tutte le lettere”, un pangramma è una frase breve di senso compiuto con la variante dell’eteroletterale in cui tutte le lettere dell’alfabeto compaiono una sola volta.

Citandone alcuni nelle diverse lingue:

Dall’inglese il “The quick brown fox jumps over the lazy dog” presente nei computer e per la conoscenza del Codice Morse, e tradotta da Mario Sica “Ma la volpe col suo balzo ha raggiunto in quieto Fido” nel libro Scautismo per ragazzi e che utilizza tutte le lettere dell’alfabeto italiano.

Dal tedesco “Zwölf Boxkämpfer jagen Viktor quer über den großen Sylter Deich” traducibile in “Dodici pugili inseguono Viktor lungo la grande diga di Sylt” e contiene tutte le vocali e la doppia s.

Dal francese il “Portez ce vieux whisky au juge blond qui fume” nient’altro che “Portate questo whisky vecchio al giudice biondo che fuma”.

Altroché distrarre l’occhio dal testo, questi sostituti attirano decisamente l’attenzione.

E voi quale scegliereste?

Pubblicato in: Attualità

Gruppo di lavoro del team di Needfile uniti per la stesura di articoli.

Lascia un commento

Codice di sicurezza