Blog Menu

Ultimi post

Il ritorno del lupo

146 Visualizzazioni 0 È piaciuto

Il lupo grigio detto anche lupo comune è un animale carnivoro, presente nelle zone remote del Nord America e dell'Eurasia. Fa parte dei gruppi di mammiferi carnivori preistorici, e discende dal comune cane domestico che tutti noi oggi conosciamo. Circa 30 milioni di anni fa, i mutamenti climatici e la grande quantità di cibo vegetale incentivarono la diffusione in ogni parte del mondo degli animali erbivori, tra cui ovini, bovini e cavalli, presenza che portò alla rapida diffusione dei predatori. Fino a cento anni fa il lupo era tra i mammiferi più diffusi.

Non è difficile distinguerlo poiché è il più grande e pesante della sua famiglia, con un peso che varia dai 43–45 kg per i maschi, e 36-38,5 kg per le femmine: il muso robusto, le orecchie più corte, il torace più profondo e la coda più lunga. È un animale di corporatura snella e robusta, con la schiena pendente e il collo muscoloso. Gli arti del lupo grigio sono leggermente più lunghi di quelli degli altri canidi. Ciò gli conferisce la capacità di muoversi più rapidamente e con maggior agilità sulla neve. Il colore del suo mantello varia in base all’età e alle stagioni, generalmente grigio-giallastro o marrone-rossiccio. Il lupo presenta una dentatura caratterizzata da canini affilati, lunghi e ricurvi verso l’interno. Questo animale raggiunge al massimo i 10 anni di vita in libertà e i 17 in cattività. L’habitat preferito dal lupo è caratterizzato da aree forestali di pianura, foreste montane e radure. Vive in branco che si sviluppa intorno ad una coppia, la vita di branco è basata su regole gerarchiche con una predominanza del maschio sulla femmina e della femmina sui cuccioli. Il lupo si accoppia verso la fine dell’inverno e la gestazione dura circa due mesi. Circa 15-20 giorni prima del parto la coppia cerca una tana che può essere costituita da un tronco cavo, da una cavità rocciosa o da una fossa scavata ed in alcuni casi può essere ricavata allargando una pre-esistente tana di volpe, di istrice o di tasso. In genere nascono dai 4 ai 6 cuccioli alla volta e solo da una femmina, la “capobranco”. L’allattamento dura circa 35 giorni e i cuccioli incominciano a cacciare insieme al branco dopo i 6 mesi, mentre la maturità sessuale viene raggiunta dopo 2 anni.

E’ un animale notturno giocoso e si riposa nelle ore diurne mentre di notte pratica la caccia. I lupi comunicano grazie all’ululato che ha anche la funzione di coesione del branco e come segnale di delimitazione del territorio. Sappiamo che il lupo nell’ambiente svolge al meglio il suo ruolo di selettore naturale, controllando la dimensione delle popolazioni delle sue prede ed eliminando le carcasse degli animali morti per cause naturali. È un animale con un comportamento sociale complesso e strutturato, dotato di sensi straordinari e grande capacità di spostamento e adattamento. È schivo e intelligente, quindi difficile da avvistare in natura.

Quasi scomparso in Italia negli anni '70, il lupo torna a popolare il nostro Paese. Negli ultimi 40 anni, la specie ha avuto un naturale recupero, andando ad occupare tutto l’arco Appenninico e raggiungendo prima le Alpi occidentali e, più recentemente, quelle centro-orientali. Tra il 2006 e il 2012 la popolazione del lupo occupava il 18,04% del territorio nazionale, a differenza dei dati statistici del 2012-2018 che segnalano una crescita in proporzione del 23,02%. La specie è in aumento e oggi interessa un quarto del territorio nazionale.

Questo post sul blog ti è stato utile?
Pubblicato in: Attualità

Fashion blogger appassionata di moda e nuove tendenze, tratta principalmente tematiche attuali legate alla natura e viaggi. Sensibile ai problemi ambientali quanto le novità del momento, offre contenuti sempre aggiornati in particolare per tutto ciò che riguarda il mondo animale, al quale si sente fortemente legata.

Lascia un commento

Codice di sicurezza