Blog Menu

Ultimi post

Il diritto di paternità dei marchi e progetti grafici

128 Visualizzazioni 0 È piaciuto

Di chi sono i file grafici e chi può modificare il “file sorgente”?

Innanzitutto è bene capire la differenza da file sorgente e file esecutivo. Il file sorgente è l’anima del progetto che contiene tutte quelle istruzioni (dette codice sorgente) secondo un linguaggio di programmazione che viene poi convertito in un programma eseguibile. Nient’altro che il file originale realizzato con programmi grafici professionali come InDesign, Photoshop e illustrator completi di font, immagini editabili ecc.

La giurisprudenza sul diritto d’autore è materia complessa e riguarda le opere dell’ingegno di diritto creativo che appartengono a svariati campi quali la scienza, la letteratura, la musica, il cinema ecc., il diritto nasce al momento stesso della creazione dell’opera e anche i lavori grafici, quali opere creative, sono tutelate dalla legge del lavoro intellettuale.

All’autore dell’opera sono riconosciuti il DIRITTO MORALE e il DIRITTO DI PATRIMONIALITA’. Il file sorgente è coperto da diritto di paternità (Legge 633 del 22 Aprile 1941, e successive integrazioni, tra cui le normative europee 96/9 e 91/250) anche in considerazione del fatto che i software di gestione dei suddetti file e dei relativi font utilizzati sono di proprietà del creativo stesso.

Il designer, che sia un libero professionista o agency, è tenuto a consegnare al cliente il solo file esecutivo, realizzato in collaborazione e da lui approvato. Il file sorgente gode di diritti di proprietà intellettuale poiché contiene lo stile e la metodologia di lavoro del professionista: una tecnica unica e personale che ne rispecchia l’operato creativo.

Cosa è possibile consegnare al cliente?

Deve essere consegnato il file esecutivo. Ad esempio se si tratta di un logo si cedono il Brand Manual – una guida con caratteristiche e modalità d’uso del marchio – , i file vettoriali e raster png, jpg, pdf. Per le altre tipologie e in base alla circostanza, il pdf, jpg e png.

Come procedere se il cliente richiedesse nel tempo specifiche modifiche sul logo o un progetto grafico?

Si potrà procedere con un restyling, offrendo le proprie competenze come ideatore del progetto originario e, attraverso una rielaborazione grafica, verrà consegnato il nuovo progetto esecutivo. Certamente resta un modo, sia per il committente che per il professionista, di tenere salda la collaborazione poiché entrambi conoscono obiettivi e peculiarità del brand, e insieme potranno lavorare in sinergia.

La pubblicità viaggia di pari passo con l’evoluzione della tua immagine e dovresti curarla con la massima attenzione, esattamente come farebbe un professionista. E’ perciò bene affidarsi a una figura che sappia interpretarla e valorizzarla.

Come studio grafico offriamo soluzioni per destinazioni di stampa e digitale. Contattaci per richiedere una consulenza senza impegno.

team-legge

Pubblicato in: Attualità, Informatica

Gruppo di lavoro del team di Needfile uniti per la stesura di articoli.

Lascia un commento

Codice di sicurezza