Blog Menu

Ultimi post

Il curriculum come trampolino di lancio per la tua professione

88 Visualizzazioni 0 È piaciuto

Il Curriculum Vitae è lo strumento indispensabile per trovare lavoro, il tuo biglietto da visita. Avere un buon curriculum è il modo più diretto di promuoverti, di "spiccare".

Il trampolino di lancio per realizzarsi nel mondo del lavoro. Potrebbe definirsi il primo contatto con una realtà commerciale. Per questo, una volta scelto il modello, è necessario selezionare i concetti legati alla formazione, alle esperienze professionali, capacità e interessi. Un buon curriculum dovrà riportare contenuti non troppo articolati in quanto si potrebbe incorrere nel rischio di essere mal presentati. Non bisogna commettere l’errore comune di descrivere una storia piatta e generica ma valorizzarla adattandola alla realtà professionale a cui si vuole aspirare, enfatizzando punti chiave utili e facilmente visualizzabili, assieme al linguaggio e alla forma che meglio si adatta. E’ necessario riportare la propria esperienza a seconda dei precisi bisogni e interessi di chi ci legge. Se questi valori saranno valorizzati, senza note eccessive, la lettura risulterà piacevole e leggera. Conviene quindi fornire una panoramica schematica e non troppo divulgativa, poiché gli argomenti verranno approfonditi in sede di colloquio.

E’ bene tenere a mente che la propria storia professionale non ha valore assoluto, se non per noi, ma acquisirà un valore diverso a seconda delle specifiche esigenze dell’interlocutore e della ricerca del ruolo. Il curriculum deve quindi essere “flessibile”, “dinamico”, adattarsi alle circostanze per riuscire a dialogare col supervisore. Ponderare la scelta dei termini, quanto delle informazioni che si vogliono trasmettere come un progetto, un’idea, un’esperienza, un interesse.

Un curriculum efficace deve quindi essere:

- personalizzato rispetto al destinatario

- costituito da informazioni centrali in base al ruolo che si vuole svolgere (attenzione a evitare concetti superflui)

- schematico e poter essere letto anche a colpo d’occhio

- conciso in massimo tre pagine privilegiando le esperienze professionali più pertinenti all’azienda di interesse

- pulito e diretto evidenziando capacità e competenze.

I paragrafi essenziali sono relativi a:

- dati anagrafici e fotografia

- posizione ricercata o area professionale

- formazione e abilitazione alla professione

- competenze acquisite

- esperienze professionali

- capacità e competenze

- liberatoria per la legge della privacy

Secondarie ma non meno importanti:

- attestati e corsi

- stage

- abilitazione alla professione

- lingue

- conoscenze informatiche

- pubblicazioni

- hobby e interessi

- portfolio e allegati

- referenze

- disponibilità a trasferte e trasferimenti

- auto e patente

Cos’è il profilo personale? Si tratta di un riassunto ragionato, breve ed efficace in un miglior orientamento del profilo, grazie al quale il recruiter viene introdotto alle diverse sezioni del curriculum.

Quanto conta? Un buon profilo si compine di massimo 5 frasi, per un totale di caratteri da 50 a 250 e strutturato in tre sezioni come segue: la prima contenente una panoramica generica, la seconda evidenzia qualifiche ed esperienze, la terza qualità più personali sempre inerenti alla posizione ambita. In conclusione, è possibile affermare che in buon curriculum determinerà possibili opportunità.

Per questo è fondamentale concentrarsi su ciò che possiamo offrire a un’azienda sulla base delle nostre capacità, attitudini e ambizioni. Potrà risultare un ottimo allenamento in vista dei colloqui, nella ricerca della chiave più semplice e spontanea di proporsi. Lavorare sul profilo personale aiuta la mente a concentrarsi su ciò che possiamo offrire ad un’azienda per uno specifico ruolo e allo stesso tempo sulla direzione in cui vorremmo che la nostra carriera si muovesse. E’ anche un ottimo esercizio di preparazione agli eventuali colloqui da sostenere a seguito dell’invio del cv.

Pubblicato in: Attualità

Gruppo di lavoro del team di Needfile uniti per la stesura di articoli.

Lascia un commento

Codice di sicurezza