Blog Menu

Ultimi post

Corazze umane - Valentina Di Dia

927 Visualizzazioni 481 È piaciuto

La filosofia artistica di Valentina si rivela estremamente gioiosa e versatile per i caratteri vitali multiformi e per le accese cromie che ravvivano i volumi catturando lo sguardo del pubblico.

"Per aspera ad astra"

Seneca

Le storie di vita sono il fulcro dell’energia artistica che guida Valentina Di Dia nella realizzazione delle sue opere partendo da disegni di soggetti anziani contraddistinti da un gioco grafico-facciale di rughe, sinonimo di maturità e cambiamento, per approdare alle successive sculture dai colorati dinamismi. Il dolore diviene la caratteristica dominante per la sua capacità di trasformare l’uomo attraverso le vicissitudini, rendendolo più consapevole di scelte, limiti ed aspirazioni. La verità è che non siamo mai pronti di fronte a quel sentimento devastante che sembra travolgerci fino ad inabissarci in uno sconforto profondo e silenzioso. Un salto nel vuoto che pone angosciosi interrogativi e ragioni che non riusciamo a comprendere. Ma non è solo il dolore a formarci. Ogni avvenimento della vita è un arricchimento, lo riscontriamo nella sfera familiare, professionale e nelle interazioni sociali. Ogni filo che ci connette agli altri intreccia una trama unica e irripetibile, sempre in movimento verso nuove direzioni, simile alla tela di un ragno. Una doppia valenza incentrata sul binomio di difesa - arricchimento, simbolo di riscoperta e valorizzazione dell’Io.

La sofferenza può aiutare l’uomo, se accolta, a riscoprire un nuovo impeto vitale seguito da una rinascita. Raggiungeremo i nostri obbiettivi quando impareremo ad affrontare le difficoltà senza scorciatoie poiché attraverso le asperità si arriva alle stelle.

La filosofia artistica di Valentina si rivela estremamente gioiosa e versatile per i caratteri vitali multiformi e per le accese cromie che ravvivano i volumi catturando lo sguardo del pubblico. Ciascuna scultura è ideata come un’armatura portavoce di storie di vita, pronta a proteggerci o avvicinarci, forgiata da materiali sempre diversi capaci di pungere per la presenza degli stuzzicadenti, o ad espandersi per la combinazione di elastici. Il dolore è quindi interpretato artisticamente in una chiave positiva, l’ingrediente artefice di corazze umane frutto del costante adattamento ai cambiamenti in un continuo ciclo di trasformazioni.

Valentina-Di-Dia

Questo post sul blog ti è stato utile?
Pubblicato in: Arte

Appassionata di storia dell'arte si laurea nel 2015 conseguendo gli studi magistrali e realizzando successivamente allestimenti e presentazioni pubbliche per artisti contemporanei come curatore d'arte. In seguito agli studi artistici si specializza nella tecnica del disegno realizzando ritratti e caricature tipiche di una città goliardica qual è oggi Padova. Assieme a un team di creativi gestisce il sito web nel ruolo di content manager e graphic designer.

Lascia un commento

Codice di sicurezza