Blog Menu

Ultimi post

Bici pieghevole perchè sceglierla

261 Visualizzazioni 0 È piaciuto

Il mezzo più ecologico e flessibile per i vostri spostamenti arriverà ovunque. Non soggetta a divieti in zone ZTL e senza obblighi di parcheggio, la bici resta da sempre la compagna perfetta per uno sport sano e a contatto con la natura.

Perché sceglierla? Possiamo darvi diverse buone motivazioni.

1. Sicura

Il primo punto resta la sicurezza. Più facilmente trasportabile potrete portarla con voi in locali, ristoranti o tenerla in ufficio. Una vera e propria bici a mano proprio per la possibilità di piegarla e trasportarla ovunque quando potrete eviterete di incatenarla a pali provvisori.

2. Leggera

Più leggera e maneggevole rispetto alla bici tradizionale, una volta piegata potrete caricarla nel bagagliaio e scegliere la vostra meta preferita. O ancora potrete trasportarla in metro o in treno, come previsto da normativa nazionale. Quasi come se fosse.. la vostra borsa a tracolla! Esatto. La sua leggerezze è impareggiabile per la struttura in lega di alluminio, e con alcune componenti in titanio. Un telaio certamente leggero ma più costoso.

3. Maneggevole

Indice di comfort, risulta più guidabile e permette di affrontare più facilmente cambi direzionali. Sui percorsi lunghi, le ruote di ridotte dimensioni possono risultare meno adatte e sicure. A differenza delle bici standard con ruote tra 26’’ e 28’’, le pieghevoli viaggiano tra i 20’’ e i 16’’.

4. Elegante

Dal design curato e al passo con le tendenze, anche l’estetica non è da sottovalutare. Esistono modelli sul mercato decisamente originali ed eleganti. Cercate comunque di darvi delle priorità in sede d’acquisto.

5. Pratica

Un meccanismo di piegatura pratico e rapido. Tra le possibili soluzioni troviamo quello a piega centrale dove a metà del telaio è presente uno snodo con un fermo, consentendo di piegare ulteriormente il manubrio e di abbassare la sella. Più sofisticata la piega posteriore che permette di far rientrare le ruote posteriori sotto al telaio, oltre alla piega del telaio e al rientro di manubrio e sella, con un ingombro finale più ridotto.

Come sceglierla? Dipenderà dalla destinazione.

Se la vostra preferenza ricade su percorsi urbani e per pochi km, gli esperti consigliano ruote piccole da 16’’. Se invece opterete per lunghe mete vacanze avrete una maggiore stabilità con li 20’’. Oltre alle dimensioni delle ruote, sarà possibile acquistarla con o senza cambi di velocità. Il cambio resta l’elemento critico di tutte le tipologie di biciclette per manutenzione e sicurezza, un parametro che inciderà fortemente sul prezzo.

Variante l’e-bike, la bici elettrica pieghevole, simbolo di mobilità sostenibile come confermato da Ancma (associazione nazionale del Ciclo e del Motociclo) che dal 2015 a oggi segna un aumento della produzione (+90,3%) e della vendita (+9,8%). L’e-bike ha un motore che garantisce la pedalata assistita, utile per individui con difficoltà motorie.

Il prezzo di mercato dipende dalla tipologia e dal marchio. Tra i più venduti la Moma con ruota 20’’, cambio Shimano TZ-50 18 velocità e con un peso di 13 kg e per un prezzo medio di 400 euro. Altri modelli quali le Tern dal design moderno e un’ampia gamma cromatica possono raggiungere le 900 euro, o ancora le Dahon con un sistema rapido di chiusura, per un prezzo che supera le 3.000 euro.

bici-pieghevole

Pubblicato in: Attualità, Tecnologia

Appassionata di storia dell'arte si laurea nel 2015 conseguendo gli studi magistrali e realizzando successivamente allestimenti e presentazioni pubbliche per artisti contemporanei come curatore d'arte. In seguito agli studi artistici si specializza nella tecnica del disegno realizzando ritratti e caricature tipiche di una città goliardica qual è oggi Padova. Assieme a un team di creativi gestisce il sito web nel ruolo di content manager e graphic designer.

Lascia un commento

Codice di sicurezza